#iorestoumana

Oggi lanciamo #iorestoumana

https://www.facebook.com/es.euronews/videos/1666157923605286/?fref=nf

Un hashtag da utilizzare per rispondere a chi fa propaganda sulle tragedie di persone che scappano da guerre, fame e povertà.

Un hashtag per rivendicare con forza che noi non ci stiamo con chi ritiene che questo sia il mondo in cui dobbiamo vivere.

Un mondo in cui persone scappano da una guerra feroce, in cui persone devono attraversare il mare senza sapere se arriveranno sane e salve; un mondo in cui donne, uomini e bambini devono attraversare fili spinati.

No, scusate, questo non è il mondo che vogliamo.

Non lo vorremmo per i nostri figli e nipoti, non lo vogliamo per nessun bambino, per nessuna persona.

Aiutateci a far girare l’hashtag #iorestoumana inondando le bacheche dei politici che marciano con cattiveria su queste tragedie per avere un posto al sole.

Postate loro le foto che in questi giorni stiamo trovando in rete sull’immane tragedia che sta avvenendo davanti ai nostri occhi.

Scriveteci cosa significa per voi #iorestoumana.

Facciamoci sentire, questa volta più delle altre volte.

Perchè davanti a cose come quelle che si vedono in questo video non dobbiamo pi chiudere gli occhi.

La nostra voce deve levarsi più forte delle voci dei razzisti, dei disumani che ogni giorno i nostri media ci trasmettono.


#IorestoUmana


Il volto degli stupratori 

  

Non sono stranieri i ragazzi che hanno violentato la turista americana.Sono ragazzi italiani di famiglie cosiddette bene.

Sono ragazzi che pensano che un bacio significhi andare oltre a tutti i costi, che credono che nella vita per ottenere quello che si vuole basti usare la forza.

Sono ragazzi capricciosi, cattivi, disumani ed esibizionisti.

E questa volta ci sono le telecamere ad incastrarli.

E vogliamo vedere se i razzisti, che ogni giorno sputano veleno sulla delinquenza perpetrata (così dicono) dagli immigrati , oggi alzeranno il tono della voce. Vogliamo vedere se andranno avanti giorni e giorni su questa notizia.

Perché si sa a delinquere sono sempre gli altri.

http://www.corriere.it/cronache/15_agosto_25/turista-americana-violentata-sorrento-selfie-aggressori-su-facebook-772aae14-4aec-11e5-9f12-8a25e5d314d3.shtml?refresh_ce-cp


Per un click in più 

  
Scusate se insistiamo sull’uso del linguaggio ma che modo è questo di dare una notizia?

“Ecco cosa la obbligava a fare” posto in un titolo di una notizia di stupro che senso ha?

Ha la funzione di sollecitare gli istinti più morbosi e ottenere quindi maggiori click?

Che interesse può avere per un utente lo scandisk di tutti i particolari di una violenza?

In che modo si tutela la vittima con un lancio del genere?

Per un click in più vale la pena vendere l’anima? 

Ecco ci piacerebbe avere delle risposte da Fan Page.

Soprattutto ci piacerebbe che la redazione di Fan Page parlasse con la redazione di Milano che in quanto a lancio di notizie ultimamente lascia proprio a desiderare.
  


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 6.650 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: