Tag

 

Cjbu1OHWkAACWFi

Oggi ci ha scritto Sonia, chiedendoci di divulgare una storia terribile e che fatichiamo a raccontare.

Questa vicenda al limite dell’umano sì è svolta a Rio de Janiero, in una favela.

Un ragazza di 16 anni, sabato 21 maggio, è stata stuprata da 33 uomini.

Questi uomini, che si fatica a definire tali, decidono di far girare il video dello stupro su twitter. Il tweet ottiene più di 550 cuoricini e parecchi commenti di utenti che ridicolizzano la vittima. Qualcuno arriva anche a scrivere che ha ottenuto ciò che voleva.

Una tra le varie immagini condivise mostra un uomo con la lingua fuori in posa sul bacino della ragazza sanguinante.

La ragazza è stata trovata tre giorni dopo, subito dopo la diffusione virale del video. Ora ai trova al sicuro con la famiglia, che chiede l’anonimato per preservare la salute fisica e mentale della figlia.

La ragazza infatti avrà bisogno di un lunga convalescenza a causa dell’elevata perdita di sangue e della rottura della vescica.

In Brasile si verifica uno stupro ogni 11 minuti, secondo l’Osservatorio  brasiliano di Pubblica Sicurezza.

A volte sarebbe più semplice chiudere gli occhi e non permettere a vicende come questa di aprire voragini dentro di noi. Ma noi non siamo in grado di fare finta di nulla, di preservarci dalla condivisione del dolore.

Vi invitiamo quindi a seguire su twitter l’hashtag

#EstuproNuncaMais

e a inondare la rete di messaggi di solidarietà nei confronti di questa ragazza.

 

Facciamoci sentire, facciamo rete.

Questa ragazza ha bisogno di tutti noi.

 

Fonti:

http://brasil.elpais.com/brasil/2016/05/26/politica/1464275134_153470.html?id_externo_rsoc=FB_CM

http://www.theguardian.com/world/2016/may/27/gang-rape-brazil-twitter-shock