Catturaorg

Aderiamo alla manifestazione del popolo sardo che si terrà domani,  13 settembre a Capo Frasca.

Lo dobbiamo al popolo sardo le cui terre sono gravate dal peso delle servitù militari come nessun’altra regione italiana.

Lo dobbiamo al rispetto dell’ambiente che da decenni viene vilipeso e deturpato dalle esercitazioni militari italiane e straniere e del quale solo recentemente se ne conosce la portata dopo tante supposizioni.

Lo dobbiamo al rispetto della storia e del patrimonio archeologico utilizzato come bersaglio o logistica dai militari.

Lo dobbiamo alla salute persa dai militari e dalla popolazione civile che vive in prossimità dei poligoni di tiro.

Siamo ancora solidali al gruppo Sardegna Palestina, che aderisce all’evento  per chiedere allo Stato Italiano la sospensione delle esercitazioni dell’esercito israeliano in terra sarda.

La Sardegna è un’isola di pace abitata da un popolo solidale che mal si adatta a che nella propria terra vengano sperimentate armi che poi porteranno terrore e morte nel mondo come abbiamo visto a Gaza ma che purtroppo continuiamo a vedere tutti i giorni.

Noi sosteniamo i diritti umani e la pace è certamente uno di questi