Tag

don gallo 1

 

Due mesi abbiamo vissuto una grande emozione, ci siamo sedute a un tavolo con Don Gallo.

Siamo andate a Genova con il gruppo di Bulciago a seguire la presentazione di Egidia Beretta del libro  Il viaggio di Vittorio.

Ad accogliere mamma Egidia c’era il Don.

Sorridente, energico, dimagrito rispetto all’ultima volta che l’avevamo visto a teatro.

Ma sempre lui.

Sempre in movimento. Una parola per tutti.

Pensieri profondi sull’opera di Vittorio Arrigoni, una stima sincera, un affetto che più di una volta ci ha fatto emozionare.

Don Andrea.

Una bella persona, di quelle che ti riempiono il cuore.

Don Andrea che ci parla del papa nuovo , della speranza che qualcosa cambi davvero anche nella Chiesa.

Don Andrea, preoccupato per gli effetti della crisi nel paese e nella sua Genova.

Don Andrea che ci regala una rosa, perchè “questo povero indiano stasera può mangiare solo se quelle rose le vende tutte”.

Don Andrea, che avresti voluto abbracciare per contenere la fragilità del suo corpo e aumentare la forza del suo cuore.

Don Andrea, che si rivolge ai suoi ragazzi, che l’hanno accompagnato quella sera.

Una comunione di intenti tra quest’uomo e questi giovani, un filo sottile che li lega e li animerà per sempre.

Don Andrea ci mancherai.

Ma oggi sappiamo che ad accoglierti ci saranno tutti coloro che chiamavi Amici, tutti coloro che come te hanno percorso la vita in direzione ostinata e contraria.

A noi rimane il tuo entusiasmo, la tua voglia di cambiare le cose.

Ai tuoi ragazzi e a tutti noi resta la tua grande umanità.

Ti vogliamo bene, te ne abbiamo voluto, te ne vorremo.

Bella Ciao.

Da qui all’eternità.

 

 

 

 

Annunci