Tag

, , ,

Aristotele diceva che l’ uomo per natura è animale politico.

La politica infatti intesa come perseguimento del bene comune dovrebbe essere qualcosa che ognuno di noi ha impresso nel DNA.
La politica perde l’accezione della definizione di Aristotele quando si trasforma in mero mestiere, quando politica diventa prima di tutto guadagno ed in seguito benessere della polis.
Ogni volta che pensiamo ad Angelo Vassallo pensiamo ad un’anima politica.
Un sindaco non a caso definito pescatore, un sindaco che trascorreva tempo con la sua gente, che ne conosceva le problematiche e con cui perseguiva la difesa del territorio.
Pollica è infatti una perla rara nel panorama territoriale italiano.
E lo è grazie ad Angelo Vassallo ed a chi è stato in grado di non far morire il suo messaggio.
Sono passati due anni dalla sua uccisione, due anni senza colpevoli come spesso purtroppo accade nel nostro paese.
Dopo due anni il ricordo di Angelo è ancora vivo grazie alla Fondazione e alle persone che soprattutto in un momento instabile come questo fanno soffiare il vento della buona politica, quella legata alle persone e al loro territorio, quella che non fa patti con il diavolo e che ha il coraggio di dire no a decisioni scellerate che ipotecano la vita di tutti noi.
Con questo spirito oggi vogliamo rendere un piccolo omaggio ad Angelo Vassallo.
Con la speranza che la buona politica diventi una certezza, che passi dall’essere dei piccoli puntini sulla nostra cartina ad una scia di luce che si propaga in tutto il nostro paese.
Ognuno di noi, come sempre, può fare la sua parte cominciando a non lasciare soli ad agire, ad isolare e controllare, i professionisti della politica che sono quelli per cui conta più una poltrona comoda che il benessere delle persone.
Ognuno di noi può fare la sua parte individuando e sostenendo le persone che perseguono la politica come missione, quelle persone che attraverso i loro comportamenti esprimono interesse e amore per il proprio concittadino, per il proprio territorio.
Angelo Vassallo diceva:
Vivo e servo i cittadini da sindaco Pescatore, ma devo constatare che i nemici dello Stato e delle Istituzioni mangiano del suo pane e vivono dei sacrifici della gente che lavora”.
Ecco, sarebbe bello avere finalmente un paese governato da tanti politici pescatori.