Tag

, , ,

Buon 1 maggio, oggi queste parole si chiudono in gola.

Come si può augurare un buon 1 maggio quando avere un lavoro è diventato un lusso? Quando in giornate come quella di ieri una persona si uccide perchè ha perso il lavoro.

Si può festeggiare quando gesti estremi come questi diventano quotidianità?

Come si fa a festeggiare quando pensi a tutte le morti bianche di quest’ ultimo anno, morti avvenute nel silenzio generale perchè un morto sul lavoro non fa notizia, non è abbastanza personaggio.

Come si può festeggiare quando ci sono moltissimi lavoratori che da un giorno all’altro scoprono di non aver un futuro perchè le aziende decidono di chiudere o delocalizzare?

Si può festeggiare il lavoro quando le aziende pensano al loro profitto senza nemmeno chiedersi cosa faranno coloro che prima di essere dipendenti sono persone?

Come si può festeggiare quando ogni giorno incontri ragazzi che a 20 anni sono già rassegnati a non avere un futuro?

Come si può festeggiare quando le donne sono sempre più penalizzate nel mondo del lavoro? Quando nemmeno per le dimissioni in bianco vengono effettuate scelte serie e determinanti al contrasto di tale pratica.

No, non ce la facciamo a festeggiare oggi.

Non in un momento come questo in cui insieme al lavoro ci stanno privando della dignità.