Tag

, , , ,

I genitori paghino per le colpe dei figli!

Questo il pensiero di Erica Rivolta deputata della Lega Nord in merito all’ennesimo episodio di stupro perpetrato da due ragazzini minorenni su una loro coetanea.

Troviamo molto pericoloso circonscrivere una colpa al solo ruolo genitoriale.

Ciò che una persona diventa dipende di sicuro dal ruolo della famiglia ma scaricare le colpe solo sui genitori è limitativo e rischia di far perdere di vista il problema.

Una persona viene formata anche dalla società.

E di conseguenza seguendo il filo del ragionamento della deputata tutta la società dovrebbe pagare.

Infatti se analizziamo questi anni, di lacune sull’educazione sessuale e sentimentale dei ragazzi ce ne sono state parecchie.

A partire dalla scuola, dove non esiste nei programmi scolastici uno spazio didattico definito dove affrontare certe tematiche con i ragazzi che saranno gli adulti di domani.

Non dimentichiamoci poi delle immagini delle donne come Corpi Oggetto che quotidianamente passano attraverso le nostre televisioni e anche su parecchie testate giornalistiche.

Il documentario di Lorella Zanardo andrebbe proiettato in tutte le scuole.

Si capirebbe molto di come la nostra società si sia appiattita sul corpo della donna ed i ragazzi avrebbero di sicuro molti spunti di riflessione su cui discutere.

Non possiamo esimerci come cittadini dal sentirci coinvolti in prima persona quando capitano fatti di questo genere.

Addossare delle colpe e non andare alla radice del problema non ci porterà da nessuna parte.

Se ragazzi minorenni esercitano la loro violenza su delle loro coetanee dobbiamo chiederci tutti dove abbiamo fallito come società.

E da questo ripartire.

E’ necessaria un’analisi profonda di questo problema ed i genitori non possono più essere lasciati soli nel formare i propri figli al rispetto e all’educazione.

Chiediamo tutti insieme alle istituzioni che venga inserita nell’agenda politica una seria discussione su questa che è una vera e propria emergenza.

Un bollettino di guerra a cui non è più possibile assistere impotenti.

Annunci