Tag

, ,

Anni di stenti e di non governo, spade di Damocle sulle teste, crisi, non crisi, crolli in borsa e innalzamenti di spread, bot svalutati, euro che crolla, lavoro che muore, scuola che soccombe sotto i colpi di neutrini impazziti che uscendo dal tunnel spolverano tutto a velocita’ inaudita, cervelli che scappano, ricchi che evadono, mafiosi che gongolano, banche sull’orlo di una crisi di nervi, quintali di cerone soffocante che con occhi e bocca ci ha screditato di fronte al mondo intero, processi incompiuti, controlli incrociati e intercettazioni comuniste, venditori di pescherecci e trote salmonate che spiegano i grafici da paradisi d’oltre oceano, pensionati debilitati, lavoratori sempre piu’ disoccupati e posti di lavoro ormai estinti, donne svilite nella loro immagine da un vecchio malato e in preda a carenza di testosterone, feste, festini , droga, sesso e rock n’roll, un’esercito di rane impazzite che grida alla secessione ….

Dopo queste cose vidi una porta aperta nel cielo e la prima voce, che mi aveva già parlato come uno squillo di tromba, mi disse: “Sali quassù e ti mostrerò le cose che devono avvenire in seguito!

Subito fui rapito dallo Spirito.

Ed ecco, un trono era posto nel cielo e sul trono c’era UNO seduto; era simile nell’aspetto alla pietra di diaspro e di sardonico; intorno al trono un arcobaleno simile allo smeraldo. Attorno al trono c’erano ventiquattro troni su cui stavano seduti ventiquattro anziani con vesti bianche e corone d’oro sul capo. Dal trono uscivano lampi, voci e tuoni!

Il nome dell’uomo sul trono era Mario!

In mano aveva una pergamena, scritta con inchiostro color rosso sangue: riportava un elenco di punizioni per tutti gli uomini cattivi che avevano contrastato i mercati e il potere delle banche del mondo.

La lista delle punizioni era corta ma di una cattiveria mai vista prima.

A breve il genere umano sarebbe stato sottoposto ad una tremenda serie di torture: ICI, innalzamento dell’età pensionabile e conseguente diminuzione dei posti di lavoro, sistema pensionistico contributivo per tutti, aumento dell’irpef, tasse su beni di lusso ma solo per chi possiede un maggiolino ultimo modello!

Dalla lista scritta con il sangue sarebbero stati esentati invece i buoni che vedranno i loro stipendi e i loro vitalizi inalterati! Il giusto riconoscimento alle loro indicibili fatiche!

E mentre il volgo, colpevole di sì efferati crimini contro il sistema ” era come tra color che son sospesi ,” ecco verso noi venir per nave un vecchio, bianco per antico pelo, gridando: “Guai a voi anime prave! Non isperate mai veder lo cielo; i’ vegno per menarvi all’altra riva ne le tenebre eterne, in caldo e ‘n gelo!”

Tutto questo accadde nell’anno del signore 2011, addì 5 del mese di dicembre!

Nina

Annunci