Tag

L’uomo politico ribelle ai dictat, radiato perchè non in linea con le tesi del partito, fondatore del manifesto, si e’ ribellato per l’ultima volta!

Ha deciso di morire! Libero e coerente fino alla fine!

Il mondo benpensante ed ipocrita, come la cagnetta del Parini, grida “Aita!”

Noi, gente comune, abituata al dolore, abbassiamo la testa in segno di rispetto per una scelta coraggiosa, pensando alle lacerazioni interiori che comporta e a quelle che una vita non vita produce nell’uomo.

Con lucidità l’uomo ha scelto di trovare una soluzione alla non vita in cui era costretto e alla solitudine affettiva nella quale si era venuto a trovare! Il mondo benpensante ed ipocrita e ‘ pronto a buttarlo nel girone dei dannati di Dante!

Noi, gente comune, abituata al calore umano, sappiamo che una vita priva di amore e’ una non vita e abbassiamo la testa in rispetto dell’uomo!

L’uomo malato ha dato uno schiaffo alla scienza!

Il mondo benpensante ed ipocrita e’ pronto nel giudicarlo ingrato!

Noi, gente comune, dalle giuste misure e con i piedi per terra abbassiamo la testa dinanzi all’uomo che ha deciso di morire dignitosamente perche’ convinto che una vita gestita dalla scienza non e’ vita e che una libera morte avrebbe riscattato per intero la sua dignita di uomo.

L’uomo si e’ avvalso del suo diritto di autodeterminazione! L’autodeterminazione non e’ libero arbitrio ma presa di coscienza!

Il mondo benpensante grida al peccato! Noi gente comune, che ogni giorno espia i peccati legati ad una vita di stenti, abbassa la testa e ringrazia l’uomo per il suo coraggio e la sua presa di coscienza!

Perchè nessuno più della gente comune sa che alcun uomo deve essere costretto a continuare a vivere a ogni costo.

Il diritto di continuare a vivere non può diventare un dovere,  il diritto alla vita non equivale a una coercizione a vivere .

Noi, gente comune, assistiamo ogni giorno ad immagini di uomini, e spesso persino di masse di uomini, seviziati a morte e uccisi, in guerra e in fuga!

Noi gridiamo al massacro e alla morte indegna!

Il mondo benpensante grida al processo di civilizzazione da raggiungere con le bombe!

Ma le bombe uccidono chi malato non e’!

E chi malato non e’,  deve essere aiutato a vivere dignitosamente in modo doverso!

L’uomo ha deciso che la propria dignità non può e non deve essere gestita da una macchina sofisticata.

Ha deciso che le macchine che ti tengon in vita senza dignità sono come le armi sofisticate che ti fanno morire indegnamente.

L’uomo e’ morto nella sua coerenza di vita.

Noi abbassiamo lo sguardo in segno di rispetto.

Il mondo benpensante continua a vivere nella sua ipocrisia!

Nina

Annunci