Tag

Ieri due amministratrici venete del PDL al meeting del partito hanno indossato delle t-shirt anti Minetti recanti la scritta:

È una questione di stile“.

Una risposta alla Minetti che alcuni giorni fa ha indossato una maglietta con il motto:

Senza la t-shirt sono ancora meglio“.

Accertato che la maglietta indossata dalla Minetti è molto lontana dal mio concetto personale di buongusto mi chiedo però se le stesse signore si siamo mai scandalizzate per lo stile decadente del capo del loro partito.

Perché se la t-shirt della Minetti giustifica una maglietta di riposta, i comportamenti di colui che le rappresenta al vertice richiederebbero a questo punto un intero cappotto.
In questi anni invece dalle file del PDL non ho mai sentito levarsi una sola voce contro l’ uomo che ha foraggiato le stesse donne che loro contestano.
E mi sorge anche una domanda.
Dov’erano queste amministratrici quando il grande capo ha deciso di inserire la propria igienista dentale nella lista per il consiglio regionale? Non sarebbe stato meglio indossare la maglietta in quel momento?
Ora é facile cavalcare l’ onda e chiamarsi fuori dal coro.
Io credo che il malcostume di un partito vada combattuto dall’ interno, risultando magari impopolari e arrivando a rischiare pure la poltrona.

Ma di sicuro non tacendo, perché il silenzio ha contribuito a creare e sostenere un sistema che è più vicino alla gestione di un casino che di un partito che è alla guida del paese.
Quindi quando leggo di queste contestazioni non provo gioia, non sento che il vento sta cambiando.
Sento solo un gran freddo determinato da un vento che gira a seconda dei propri comodi e che non può quindi generare nulla di nuovo.

(Marta Proserpio)

Advertisements