Tag

woman driver

di Marta Proserpio

Per una donna Occidentale compiere diciott’anni è un momento importante che coincide nella maggior parte dei casi con il conseguimento della patente.
Mi ricordo l’anno precedente a scuola,con le mie compagne non si parlava d’altro.Prendere la patente era come prendere il diploma della propria libertà.
Mentre da noi si vive questo momento con grande fibrillazione in altri paesi come l’ Arabia Saudita ci troviamo completamente agli antipodi.

Qui una donna se viene scoperta alla guida di un auto viene automaticamente arrestata in quanto vige una legge assurda che impedisce alle donne di guidare.
Settimana scorsa Manal al-Sherif promotrice della campagna Women2Drive è stata arrestata in quanto ha sfidato la legge pubblicando su you tube un video in cui si trova alla guida di un auto.Dopo qualche giorno ha manifestato il suo pentimento ed è stata liberata ma questo non rende meno importante la sua sfida in quanto parecchie donne arabe hanno dichiarato che si uniranno alla sua battaglia.

Io ritengo che sia importante non lasciare sola le donne arabe in questa battaglia per la libertà e le DonneViola sosteranno il movimento dando spazio e voce alle notizie inerenti a questa lotta.
Credo che il gesto di Manal non sia stato casuale,che dietro a questa sfida a viso aperto vi sia una grande donna che mette a rischio la propria libertà per dare voce a una battaglia importante per tutte le donne Arabe.
L’ Occidente non può tacere e noi donne che sappiamo essere sempre solidali dobbiamo oggi più che mai unirci alle nostre sorelle Arabe e diventare una grande cassa di risonanza.
Dobbiamo guidare tutte insieme per arrivare ad un’unica destinazione.Una terra in cui la libertà sia un diritto di tutti.
Facciamo quindi nostro il pensiero di Simone De Beauvoir:Desidero che ogni vita umana sia pura e trasparente libertà.

 

Annunci