Diaz, è giunto il tempo delle dimissioni

Italia screditata nel mondo intero, si diede carta bianca alla violenza gratuita

Questa  è la motivazione della sentenza Diaz che a Luglio ha decapitato i vertici della polizia.

Questo è il motivo per cui oggi più di ieri ci chiediamo come possa essere compatibile il ruolo di De Gennaro come sottogretario.

Avevamo chiesto le sue dimissioni già a luglio, dopo la sentenza.

Oggi dopo queste motivazioni crediamo che queste siano più che mai necessarie e doverose in un paese che si definisce civile.

De Gennaro era a capo della polizia e, come qualsiasi persona che coordina un gruppo di lavoro, deve prendersi in carico la responsabilità della falla provocata dai suoi uomini.

Siamo sconcertate dal silenzio della politica in merito.

Ad oggi abbiamo sentito levarsi solo le voci di Andrea Sallusti e Furio  Colombo.

Nessuna nota ufficiale di partito.

E questo la riteniamo una terribile anomalia italiana.

La politica sta perdendo la capacità di indignarsi ma soprattutto accettando nomine al governo corredate da ombre pesanti, si allontana sempre di più dai cittadini.

Noi come persone comuni chiediamo a gran voce che De Gennaro venga rimosso dal suo incarico.

E’ possibile farlo da questa pagina Fb :

Richiesta al presidente Monti di revocare la fiducia al dott. De Gennaro quale sottosegretario degli interni

Per sottoscrivere l’appello tramite internet basta inviare una mail a osservatorio.diritti@tiscali.it

Aderiamo numerosi.

Se vogliamo che le cose cambino non possiamo accettare che nessuna persona al governo sia corredata dalla minima ombra.

Per concludere ci sembra doveroso ricordare che in Italia non è ancora stato istituito il reato di tortura per il quale mai sarebbero andate in prescrizione illustri condanne.

Nonostante le ripetute sollecitazioni di Amnesty International, tra le quali una lettera al ministro Severino raccomanda che:

Assicurare l’attuazione della Convenzione in tutte le sue parti, inclusa quella fondamentale di introdurre il reato di tortura nel codice penale, è un preciso obbligo del governo italiano, sinora disatteso, con effetti pratici molto negativi che non hanno mancato di farsi sentire in processi in cui le responsabilità di funzionari e agenti dello stato erano soggette ad accertamento.

Purtroppo il nostro parlamento non ha la forza morale di legiferare in tal senso, impegnato com’e’,  in buona parte, a salvare illustri politici e loro sodali dai loro guai giudiziari, ma alla parte BUONA dei nostri rappresentanti, che sono tanti ma silenziati, chiediamo a gran voce di farsi sentire e di chiedere anche loro le dimissioni del sottosegretario De Gennaro e, aggiungiamo, di premere per l’istituzione del reato di tortura.

Cio’ perche’ l’Italia torni ad essere un paese normale e che le scene di repressione di questo genere non abbiano piu’ a ripetersi, perchè riteniamo che soprattutto in periodi come questo la credibilità dei governanti deve esssere di indubbia trasparenza viste le scelte poliche ed economiche che si stanno affontando.

Facciamo rete.

http://www.amnesty.it/reato-tortura-amnesty-international-italia-scrive-a-ministro-severino-un-preciso-obbligo-governo-italiano-da-tempo-disatteso-con-effetti-pratici-negativi

 

About these ads

2 responses to “Diaz, è giunto il tempo delle dimissioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 5.809 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: